ALDO SALUCCI, DISTOPIA

MONUMENTS SUBMERGED IN ADIMENSION SUSPENDED IN THE LIQUID, BECAME AT THE SAME MOMENT BACKGROUND AND PROTAGONIST IN A FORECAST.  A REPRESENTATION OF FUTURE SCENARIOS THAT FORESEE DRAMATIC DEVELOPMENTS SITUATION THAT ARE EXPRESSIONS OF DYSTOPIA.

Il paesaggio e il monumento sono sommersi, in una dimensione sospesa nel fluido, diventando sfondo e protagonista della previsione e della rappresentazione di scenari futuri, in cui si prefigurano sviluppi drammatici. Situazioni che sono espressioni di distopia.

Nella visione artistica restituiscono un ‘immagine utopica, opposta per definizione e contrapposta al concetto di distopia, in una ipotesi artistica di assetti improbabili, irreali.

Contrariamente ad un’umanità destinata all’autodistruzione la speranza si fa strada in questi contrasti, nei colori brillanti e soprattutto nella ricerca artistica che suggerisce un nuovo stile di vita: la terra come organo vitale da rispettare e a cui tornare, l’arte come cultura di un progresso più consapevole.